Dieta FODMAP

La dieta a basso contenuto di FODMAPs aiuta a ridurre la frequenza e l’entità dei sintomi quali gonfiori, dolori, diarrea e stitichezza e a migliorare lo stato di benessere del soggetto. Il punto di forza della dieta a basso contenuto di FODMAPs è la restrizione contemporanea di tutti gli alimenti che possono creare problemi in soggetti affetti da Sindrome del Colon Irritabile e Disordini Funzionali Gastrointestinali, al contrario di altri approcci dietetici che mirano alla completa eliminazione di solo una parte di essi (ad esempio bandendo tutti i latticini e i prodotti contenenti lattosio). Importante è eliminare la convinzione che il soggetto sia intollerante al cibo: non si tratta di Intolleranza ma di malassorbimento.

I cibi non devono essere eliminati, ma moderati nelle quantità, e al regime dietetico low-FODMAP deve essere associata una rieducazione alimentare, nell’ottica di una scelta consapevole dei vari alimenti e di una prevenzione all’adesione dei modelli alimentari restrittivi, monotoni e molto spesso ingiustificati.